Prestiti a protestati autonomi: finanziamenti 2016

PRESTITI A PROTESTATI AUTONOMI

I prestiti a protestati autonomi forniscono un valido aiuto e supporto alla propria attività imprenditoriale. I commercianti, gli artigiani e in generale i piccoli imprenditori si trovano tutti i giorni davanti a conti da saldare, a ri.ba. in scadenza o peggio insoluta, a bollette da pagare e ad attrezzature da aggiustare, non pagare poi degli stipendi ai dipendenti e le consulenze come per esempio il commercialista.

Pur essendo iscritti al registro dei protestati è necessario mandare avanti la propria attività lavorativa e quindi accedere ad un finanziamento per protestati è assolutamente indispensabile.

La condizione per ottenere i prestiti a protestati lavoratori autonomi è quella di avere un reddito dimostrabile con un entrata fissa regolare o eventualmente essere titolari di una pensione, essendo protestati. La finanziaria o la banca richiederà ulteriori garanzie, ad esempio un garante che abbia un reddito da lavoro autonomo o dipendente oppure un bene proprio come per esempio un immobile, un autoveicolo.

Per i prestiti personali a protestati autonomi è necessaria la firma di un garante (il coniuge o un parente) che nel caso di mancato pagamento andrà a saldare la rata o le rate in sostituzione del lavoratore autonomo richiedente nel caso abbia tralasciato una o più rate.

L’istituto finanziario o bancario che valuterà il prestito per autonomi protestati potrebbe concedere il finanziamento tramite pagamento di cambiali (leggi prestito cambializzato a protestati) che essendo titoli esecutivi consentono l’esecuzione forzata per recuperare la somma dovuta avvalendosi anche sui beni di proprietà del lavoratore autonomo. Il lato positivo è l’ottenimento della somma di denaro richiesta come finanziamento a protestati autonomi che potrà essere usata per dare la continuità alla propria attività economica, quello negativo è l’avere un tasso di interesse più alto a causa dell’elevato rischio della fattiva e concreta restituzione del finanziamento e l’esecuzione forzata in caso di mancato pagamento.

È possibile risparmiare sul tasso di interesse richiedendo il prestito a protestati autonomi subito on line compilando le richieste di finanziamento, in questo modo si potrà valutare la miglior proposta e scegliere il prestito al tasso più favorevole. Per trovare il prodotto finanziario più adatto al proprio caso personale e per farsi un’idea generale sulle proposte e sulle condizioni contrattuali offerte dal mercato finanziario è utile leggere il paragrafo CONSIGLI UTILI PER RICHIEDERE UN VANTAGGIOSO PRESTITO PER PROTESTATI. Troverete consigli concreti che certamente vi aiuteranno a risolvere il vostri problemi economici.


PRESTITI A PROTESTATI AUTONOMI: COME RICHIEDERE ALTRI FINANZIAMENTI SE MI HANNO RIFIUTATO UN PRESTITO?

Quando viene dato l’incarico (firmando la documentazione necessaria) ad un istituto finanziario o bancario di valutare la pratica per i prestiti a protestati autonomi può capitare che questa venga rifiutata e respinta con esito negativo. In questi casi l’esito negativo viene registrato nelle banche dati e la cancellazione avverrà automaticamente dopo trenta/quaranta giorni. Per dare l’incarico ad un altro istituto è consigliabile attendere la cancellazione automatica altrimenti, se ci si rivolge ad un altro istituto a procedere con la valutazione della richiesta di finanziamento a protestati autonomi, l’esito sarà sicuramente negativo perché non sono ancora passati i giorni necessari per la cancellazione automatica dal Crif come cattivo pagatore. Se non si attende la cancellazione automatica si rischia di “collezionare” richieste con esiti negativi una dietro l’altra peggiorando e aggravando la propria posizione.

Richiedi il preventivo per i prestiti ad autonomi protestati online risparmiando tempo e confrontando le varie condizioni ma ricorda di non accumulare troppi esiti negativi nelle banche dati, tra le varie proposte online scegli quella più realizzabile e concreta. Per evitare una lunga lista di esiti negativi sono molto utili i simulatori di finanziamenti e prestiti per autonomi. I simulatori on line sono del tutto anonimi e ti permetteranno di raccogliere e sondare tutte le soluzioni che il mercato ti offre per risolvere il tuo caso personale o aziendale. Una volta che ti sarai fatto un’idea in generale ti sarà facile vedere a colpo d’occhio se un preventivo che ti sarà proposto da una banca sarà conveniente o meno e questo ti permetterà di risparmiare moltissimo e prezioso tempo.


PRESTITI A PROTESTATI LAVORATORI AUTONOMI: I GIOVANI IMPRENDITORI

I giovani imprenditori sono il futuro dell’economia ma molto spesso, a causa di imprevisti ed ostacoli, si ritrovano iscritti nel registro dei protesti. Per questo motivo è fondamentale ottenere dei prestiti a protestati lavoratori autonomi per potenziare e sviluppare la struttura aziendale o per trasformare la propria attività a favore di un nuovo settore.

Anche i giovani imprenditori possono ottenere i prestiti per autonomi protestati effettuando la richiesta di prestiti veloci a protestati, prestiti cambializzati a protestati, prestiti personali a protestati, prestiti a protestati senza busta paga.

In generale è possibile accedere a finanziamenti con pagamento tramite cambiali perché essendo titoli esecutivi gli istituti di credito hanno la garanzia per il recupero della somma anche se il tasso di interesse è maggiore per il lavoratore autonomo protestato.

Se però si ha a disposizione come garanzia una terza persona, un bene strumentale, o una casa o un capannone o un negozio l’istituto di credito potrà concedere un prestito a protestati autonomi con rimborso della rata a scadenza mensile.

Richiedi ora online i prestiti per protestati autonomi senza perdite tempo, potrai confrontare in modo facile, chiaro e veloce le varie proposte che riceverai e scegliere la più vantaggiosa in tasso di interesse e velocità di erogazione.


PRESTITI AUTONOMI PROTESTATI: UN AIUTO ANCHE ALL’IMPRENDITORIA FEMMINILE

Moltissime donne sono impegnate in attività economiche nei vari settori dei servizi, turismo, artigianato, commercio, agricoltura, può succedere che durante l’attività ci si ritrovi con problematiche nelle scadenze dei pagamenti, nella gestione dei dipendenti, nell’esigibilità dei crediti che possono causare ostacoli per ritrovarsi protestati. Anche nell’imprenditoria femminile si potrebbe avere la necessità di procurarsi dei prestiti per autonomi protestati.

Come già spiegato, il cambializzato o il prestito con fideiussione sono le possibili soluzioni. È importante per ogni richiesta di prestito a protestati autonomi verificare i tassi che andranno ad applicare gli istituti finanziari o bancari, l’importo e il numero delle rate, se ci sono costi di apertura e di chiusura della pratica di finanziamento. Il TAN è il tasso annuale di interesse applicato dagli istituti di credito sul valore nominale del prestito ma non tiene conto delle spese accessorie. Il TAEG è importante perché esprime il tasso annuo effettivo globale, tiene conto del costo effettivo del prestito per protestati autonomi e comprende interessi, spese assicurative e tutte le spese aggiuntive come per esempio quelle per l’incasso della rata.

Trova ora online i prestiti a lavoratori protestati autonomi e confronta le varie proposte, ricorda di controllare e valutare attentamente il TAEG perché indica la convenienza del finanziamento, online puoi risparmiare ad esempio i costi sulla consulenza e ottenere una consulenza gratuita, rapida e veloce che ti consente di verificare la fattibilità e l’erogabilità del prestito per autonomi protestati.